Way in out - Akerusia

Vai ai contenuti

Menu principale:


Way in out


Way in out
ideazione e regia Elena D’Aguanno
coreografie Sabrina D’Aguanno, Sonia Di Gennaro, Roberta D’Amore
interpreti Federica Curato, Valentina Valentino, Norma Cerrone, Roberta Volpe
disegno luci e elementi di scena Ciro Di Matteo
produzione 2015 con il sostegno della Regione Campania



“Non dipingo, utilizzo oggetti che hanno l’apparenza di quadri, perché il caso ha fatto sì che questa forma espressiva convenisse meglio ai miei sensi” (R. Magritte)

Un’apertura sul mondo, una connessione tra interno ed esterno, tra privato e pubblico, una prospettiva.
Una porta aperta, uno squarcio attraverso il quale si può entrare e uscire, way in/out.
Ancora una porta, un’altra. Mistero, ignoto, inquietudine. I turbamenti del ricordo, le sensazioni del sogno. Un’apertura che lascia intravedere il buio, la profondità.
Io utilizzo la pittura per rendere il pensiero visibile” (R. Magritte). E’ lo stato d’animo, il pensiero di chi entra o di chi esce che viene rappresentato. E’ la necessità di aprire la porta per usare lo spazio che vi è al di là, per viverlo, per dire o ascoltare qualcosa, per esprimersi, per assistere a ciò che si trova in quello spazio e interagire con chi sta in quello spazio.
Giochi d’ombre e di luci improbabili, di corpi che si muovono nella sospensione assoluta di uno spazio metafisico, per una visione surreale al limite dell’astrazione.
La porta non è un ostacolo, ma un’opportunità. Entrata ‘in’ e ‘di’ qualcosa


info@akerusiadanza.it
Torna ai contenuti | Torna al menu